Calendario Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
3
4
5
6
10
11
12
13
17
18
19
20
24
25
27
31

Il Consiglio Pastorale Decanale è costituito dai rappresentanti delle 11 parrocchie: Arco, S.Giorgio - La Grotta, Bolognano con frazioni (Oltresarca) Massone, S. Martino, Dro, Ceniga, Drena Chiarano, Vigne, Varignano con Padaro (Romarzollo)
5 parroci, un vicario parrocchiale incaricato per la pastorale giovanile, altri sacerdoti collaboratori (cappellanie ospedaliere ecc) e molte comunità religiose …

Cos’è il Consiglio pastorale decanale?
E’ un organismo di partecipazione previsto dal codice di diritto canonico e dalle costituzioni del Sinodo diocesano.
In esso si esprime la dinamica pastorale d’insieme nel decanato e si attua la cooperazione dei presbiteri, dei religiosi e dei laici operanti nei vari ministeri.
Nel decanato infatti è favorita una visione più adeguata dei problemi e delle possibili soluzioni e le parrocchie trovano integrazione, sostegno e coordinamento, in modo che la cura pastorale abbia nel territorio la dovuta unità e sia resa più efficace.

COMPITI:
Al Consiglio pastorale decanale spetta studiare, valutare e proporre conclusioni operative su tutto ciò che riguarda le attività pastorali del decanato.
In particolare, il Consiglio pastorale decanale ha il compito di:
- attualizzare i piani pastorali diocesani alla situazione del decanato individuando priorità e modalità operative proprie;
- verificare periodicamente l’effettiva attuazione dei programmi e delle decisioni, con particolare attenzione al piano pastorale annuale;
- mantenere il collegamento tra le comunità cristiane, le comunità di vita consacrata, le realtà associative, e suscitare tra loro collaborazione;
- favorire, secondo il principio di sussidiarietà, un’azione pastorale comune in quelle realtà che hanno dimensioni sovra-parrocchiali;
- favorire la formazione degli animatori pastorali;
In relazione ai suoi compiti specifici, il Consiglio pastorale decanale affronta anche problemi riguardanti il territorio e cura il dialogo e la collaborazione con gli enti e gli organismi civili.

Il consiglio pastorale decanale:
- elegge il Comitato di presidenza
- elegge il proprio rappresentante nel consiglio pastorale diocesano;
- designa la terna dei presbiteri per la nomina del decano.

COMPOSIZIONE
E’ composto da fedeli dei quali siano note la fede e la comunione con la Chiesa e i buoni costumi e la prudenza. Il tono del consiglio è dato dalla sensibilità e formazione cristiana dei suoi componenti.

Esso è costituito da:
- parroci del decanato
- alcuni religiosi che rappresentano le varie comunità presenti nel decanato
- due rappresentanti nominati dai consigli pastorali parrocchiali
- alcuni laici nominati dalla presidenza a rappresentare le realtà pastorali o associative di livello decanale (Caritas, Corso di formazione al matrimonio cristiano ecc)
Presidente del consiglio pastorale è il decano assistito da un comitato di presidenza composto da alcuni consiglieri eletti dal consiglio decanale. Tra di essi il decano sceglie il vicepresidente laico e un segretario.
Le riunioni si tengono in genere una volta al mese da ottobre a maggio! Alle sedute possono essere invitati esperti e consulenti per argomenti particolari.
Oggetto di trattazione sono di norma gli argomenti previsti dall’ordine del giorno.
Ogni membro è tenuto ad esprimere il suo parere con senso di responsabilità e di ecclesialità, dopo aver approfondito i temi all’ordine del giorno e possibilmente dopo aver consultato il proprio Consiglio parrocchiale. E’ auspicabile che la trattazione e la discussione, attraverso un dialogo franco e rispettoso, porti a maturare conclusioni che ottengano un consenso possibilmente unanime. Per verificare gli orientamenti può essere richiesto il voto aperto o segreto. Le votazioni riguardanti persone si fanno a scheda segreta. La maggioranza richiesta è quella semplice (metà più uno dei presenti) Non sono ammesse deleghe.
Il Consiglio è un organo consultivo e non deliberativo ma il decano e i parroci e gli organicismi pastorali sono tenuti a chiederne il parere nelle materie più importanti e a non discostarsene senza una ragione prevalente.
Se lo ritiene opportuno il Consiglio pastorale decanale può chiedere la convocazione di assemblee o convegni decanali.
Allo scopo di studiare, promuovere e coordinare iniziative pastorali di settore, il Consiglio pastorale decanale può istituire Commissioni formate da membri del Consiglio, associando anche esperti o rappresentanti di ministeri e organismi specifici. Le Commissioni vengono designate dal Consiglio e fanno riferimento alla
Presidenza che ne nomina i responsabili.
Il Consiglio dura in carica 5 anni. Tutti i consigli decanali della Diocesi vengono rinnovati alla stessa scadenza, subito dopo l’elezione dei Consigli parrocchiali.
I consiglieri che durante il mandato rinunciano o sono impossibilitati a continuare vengono sostituiti da persone designate da coloro che rappresentavano.

Area Riservata

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione ed offrire servizi specifici. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi il tasto Approfondisci. Proseguendo la navigazione su questo sito acconsenti all’uso dei cookie.